Le nostre capacità cognitive possono essere compromesse se riduciamo il nostro livello di insulina. L’insulina, un ormone che aiuta i neuroni presenti nell’ippocampo e nel globo frontale del nostro cervello, usa il glucosio per produrre energie e regola i neurotrasmettitori (acetylcholine) che sono cruciali per la memoria e per l’apprendimento. L’insulina incoraggia la plasticità del nostro cervello, ovvero il processo attraverso il quale i neuroni cambiano forma, creano nuove connessioni e rafforzano quelle esistenti. Quando una persona è obesa, l’insulina si riduce drasticamente. L’obesità infatti causa il rilascio di molecole infiammatorie e metaboliche dello stress nel fegato e nelle cellule dei grassi interferendo sull’azione dell’insulina e causando alti livelli di glucosio nel sangue e di resistenza all’insulina. Vogliamo ricordare che anche l’alcol riduce il numero di ricettori dell’insulina nel cervello. Dunque attenzione alla dieta e all’alcol!